Articoli sull'argomento ‘fold’

L’arte del foldare: guarda la straordinaria mano di Daniel Negreanu

La bravura di un giocatore di poker si misura non solo sulle vittorie ma anche sulla capacità di foldare. Saper leggere la mano e riuscire a foldare punti che spesso inviterebbero a proseguire la partita è una dote che si impara solo con l’esperienza Continua a leggere l’articolo »

Nell’ecosistema del poker in cima alla catena alimentare ci sono quelli che foldano – parte 3

fold-foldare-poker-texasholdem

La partita in questione si svolgeva a un tavolo da casinò di Limit Hold’em 80-160$.  Era la prima mano della mia sessione.  Mi trovo sul big blind con A-10 offsuited, senza cuori.  Un giocatore lima nel piatto, lo small blind folda e io faccio check.  Siamo heads-up e io sono il primo a parlare.  Flop: A-A-9, con due cuori.  Faccio check; l’avversario fa check.  Il turn è l’8 di cuori.  faccio check; l’avversario fa check.  Il river è 7 di cuori, con un board finale A-A-7-8-9, con 4 cuori.  Faccio check; l’avversario punta.  Io fold.  Naturalmente nessuno al tavolo  Continua a leggere l’articolo »

Nell’ecosistema del poker in cima alla catena alimentare ci sono quelli che foldano – parte 2

fold-foldare-poker-texasholdem

Dopo il mio primo assaggio di fold di alto livello, sentivo che se fossi diventato bravo in questo, avrei potuto abbandonare il mio lavoro.  Quindi ho fatto del fold il mio Sacro Graal, la mia ricerca, la mia montagna da scalare.  La vedevo bene la montagna.  Potevo vedere il mio sentiero.  Guardai davanti a me e feci il primo passo.  Per il 1990 ero diventato abbastanza bravo a foldare da procurarmi vitto e alloggio.  Questo mi permise di avere molto più tempo libero da dedicare al fold.  Non ci volle molto perchè diventassi  Continua a leggere l’articolo »

Nell’ecosistema del poker in cima alla catena alimentare ci sono quelli che foldano – parte 1

fold-foldare-poker-texasholdem

L’articolo che segue scritto da Tommy Angelo, è stato tratto dalla rivista Poker Sportivo.

Ho giocato a poker per 10 anni prima di scoprire cosa significa foldare, nel 1984. E’ successo quando incontrai Bobby. Era un uomo dalla grande pancia, dalla lunga barba e dalla risata scrosciante. Bobby era come Babbo Natale, eccetto il fatto che non regalava niente a nessuno. Continuava a buttare via le carte, e sembrava non soffrirci minimamente. Poi si alzava portandosi via i soldi degli altri che  Continua a leggere l’articolo »