WSOP: Le World Series del Poker

Le World Series of Poker rappresentano la massima aspirazione di ogni giocatore di poker professionista. Seguite in diretta TV e online da un pubblico internazionale, le WSOP hanno ospitato i più grandi giocatori di poker dei nostri tempi, come Phil Helmuth e Crandell Addington, e ogni anno offrono ad alcune migliaia d’iscritti la possibilità di dimostrare il loro talento al gioco.
Le WSOP si svolgono ogni anno a Las Vegas, negli Stati Uniti d’America, e durano circa due mesi. Naturalmente non tutti possono permettersi di trascorrere due mesi giocando ai tornei, però i giocatori professionisti non mancano mai, e nel corso degli anni il numero di partecipanti è aumentato in maniera esponenziale. Chi invece preferisce giocare a poker nel comfort della propria casa ha un’ampia scelta di casinò online, con tanto di tornei in tempo reale, come per esempio il casinò online Unibet.
Le WSOP sono suddivise in cinquantotto eventi. Ogni evento prevede la consegna di un braccialetto, prodotto appositamente per le WSOP, al vincitore di turno. Il vincitore del Main Event (il torneo principale) è considerato il campione mondiale del poker e, oltre al braccialetto, riceve un premio in denaro che viene calcolato di volta in volta sulla base del numero di partecipanti e della somma in gioco.
I tornei delle WSOP includono tutte le specialità del poker, da Omaha a No-Limit Texas Hold’em, ed è possibile iscriversi con buy-in di vari livelli, da 500 a 50.000 dollari, a seconda dell’evento. Il Main Event del 2011, che è durato otto giorni, prevedeva un buy-in di 10.000 dollari. Per fare pratica prima dell’evento, alcuni giocatori si allenano grazie a casinò che consentono di giocare a poker online.
L’idea delle WSOP nacque a Reno (nello stato del Nevada) nel 1969, quando Thomas Moore decise di sponsorizzare un evento di poker con il nome di “Texas Gambling Reunion”. Tuttavia, i giocatori potevano partecipare solo su invito dello sponsor. Nel 1970, un altro texano, Benny Binion, invitò sei giocatori di fama mondiale a sfidarsi tra loro in un torneo a Las Vegas. Il vincitore, Johnny Moss, ricevette in premio una coppa d’argento. L’anno successivo l’evento fu rilanciato con l’aggiunta di un torneo No-Limit Texas Hold’em come Main Event.
Uno dei momenti epici delle WSOP fu la vittoria di Jerry Yang, nel 2007. Jerry aveva cominciato a giocare a poker soltanto due anni prima. Nel Main Event, passò dall’ottava posizione al ruolo di chip leader, costringendo gli altri sette partecipanti ad abbandonare il tavolo uno dopo l’altro. In questo modo Jerry ottenne il titolo di campione mondiale di poker nonostante la sua scarsa esperienza di gioco!

I Commenti sono chiusi